giovedì 8 luglio 2010

Nuova spedizione sull'Isola Ferdinandea

Una nuova sonda, tecnologicamente più avanzata, per studiare ancora una volta il fenomeno sottomarino dell’isola Ferdinandea. L’Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, prosegue il suo interesse per l’isolotto emerso a 25 miglia dalla costa nel luglio del 1831 dopo un terremoto vulcanico, in pieno canale di Sicilia, per poi scomparire sei mesi dopo. L’Ingv ha presentato una nuova richiesta di autorizzazione alle autorità marittime ed attende una risposta per avviare una seconda spedizione, dopo quella che nel settembre del 2006 consentì di collocare una sonda parametrica e rilevare, dopo dodici mesi di permanenza nei fondali, un’attività che necessita di ulteriori approfondimenti. Dalla lettura dei dati forniti dalla sonda prelevata nel settembre del 2007, effettuata negli Stati Uniti, sarebbero emerse informazioni interessanti riguardanti attività vulcanica avvenuta nel mese di gennaio del 2007. Occorrono però ulteriori elementi e Gaspare Falautano, presidente della locale sezione della Lega Navale Italiana, ci conferma ancora una volta la necessità che il fenomeno della Ferdinandea venga studiato in maniera approfondito e che si istituisca in zona un punto permanente di controllo e studio scientifico.G.ReccaFonte: TeleRadioSciacca.it

Nessun commento:

Notizie su Sciacca a 360°

Loading...